Nei prossimi tre anni, un progetto di ricerca della Facoltà di Economia (responsabile, il ricercatore Peter Agstner) studierà gli effetti della riforma sulle casse rurali dell’Alto Adige.

Gli effetti della legge 49/2016 - che ha modificato l’assetto del sistema di credito cooperativo italiano - sulle casse rurali dell’Alto Adige sono al centro del progetto che nei prossimi tre anni sarà portato avanti da Peter Agstner, ricercatore alla Facoltà di Economia.

La legge ha ridisegnato il panorama del credito cooperativo in Italia, obbligando le banche con un forte radicamento sul territorio a confluire in un gruppo di istituti guidati da una s.p.a. Questa previsione non ha tardato a scatenare critiche e perplessità – relative a una perdita di autonomia degli istituti – anche a livello altoatesino, dove forte è la presenza delle casse rurali.

L’Alto Adige è l’unica realtà territoriale, in virtù della sua specialità, ad avere ottenuto, per le casse rurali locali, l’esenzione dall’obbligo di assoggettamento alla direzione di una capogruppo s.p.a., che invece ha riguardato le banche sorelle sul resto del territorio nazionale, integrate o nel gruppo nazionale Iccrea o nella Cassa Centrale Trentina. “Ciò è stato possibile grazie all’obbligo, previsto dal legislatore che il sistema Raiffeisen Alto Adige si doti di un IPS, ovvero di un sistema di garanzie interne che permetta di assicurare la solidità delle casse rurali”, afferma Agstner.

“Il progetto, che si concluderà nel 2022, ha l’obiettivo di verificare se il sistema “speciale” creato per le casse rurali altoatesine determini vantaggi o svantaggi per i clienti che accedono a servizi come mutui o credito per le imprese”, spiega il ricercatore. Il progetto verrà finanziato dalla Federazione delle Casse Rurali dell’Alto Adige.

Related Articles

Article
Auto a guida autonoma. Paper unibz premiato all’Itea di Parigi

Best Overall Paper Prize a una ricerca dei docenti Federico Boffa e Alessandro Fedele (Facoltà di Economia) alla conferenza leader per l’economia dei trasporti.

Article
Wie stehen die Südtiroler zur Rückkehr des Wolfes?

Eurac Research geht dieser Frage in einer Online-Umfrage erstmals nach und liefert wichtige Daten für die Diskussion und das Wildtiermanagement.

Article
Sicurezza negli alvei dei fiumi. Una ricerca individua le vie di fuga più “scientifiche”

Nello studio, svolto dal gruppo di ricerca in Dinamica dei fluidi e pubblicato sulla rivista interdisciplinare “Science of the Total Environment”, è descritta la metodologia che potrebbe permettere ai pianificatori del territorio e alle autorità di bacino di individuare ed indicare alla popolazione le vie più sicure di accesso e di uscita dai corsi d’acqua sui cui sono stati costruiti impianti idroelettrici.

Interview
Achtung auf die Emotionen!

In die EU-Geldpolitik soll wieder Normalität einziehen: Das Anleihekaufprogramm der EZB läuft demnächst aus, und die Zinsen werden steigen. Was bedeutet das für Europa und Italien? Der Verhaltensökonom Martin Kocher über Leidensdruck als Voraussetzung für Reformen, kostspielige Politikerstatements und wirtschaftswissenschaftliche Forschung, die zu besseren Entscheidungen führt.