Best Overall Paper Prize a una ricerca dei docenti Federico Boffa e Alessandro Fedele (Facoltà di Economia) alla conferenza leader per l’economia dei trasporti.

Ieri, giovedì 13 giugno, alla conferenza dell’Itea, evento di punta a livello mondiale per quanto riguarda l’economia dei trasporti, il lavoro di Federico Boffa, Alessandro Fedele e Alberto Iozzi (Università di Roma Tor Vergata) - Congestion and Incentives in the Age of Driverless Cars - ha ricevuto il massimo riconoscimento.

L’analisi di Boffa, Fedele e Iozzi si è concentrata sugli effetti della diffusione delle auto senza guidatore sulla struttura economica del mercato del traffico. “È ipotizzabile che i consumatori acquisteranno sempre meno veicoli di proprietà e così decideranno di rivolgersi in modo crescente a imprese che forniranno i servizi di trasporto, ad esempio società di taxi, Uber o Lyft”, spiega Boffa, “Gli effetti di questi cambiamenti sono potenzialmente molto significativi e dipendono da come verrà organizzato il nuovo mercato e dalla tipologia di tassazione che verrà applicata”.

Alessandro Fedele e Federico Boffa a Stanford, dove hanno presentato la loro ricerca alla conferenza del NBER.

In quest’ottica, la ricerca approfondisce quali saranno gli effetti sul benessere per gli utenti di questa transizione dall’utilizzo di veicoli di proprietà all’utilizzo di imprese che forniscono i servizi di trasporto. I due accademici di unibz in futuro analizzeranno anche le modalità più efficienti di organizzazione del mercato e la struttura ottimale delle tasse da praticare alle imprese che forniranno i servizi.

La settimana scorsa, il paper premiato a Parigi è stato presentato anche alla conferenza sulle auto a guida autonoma e sulle auto elettriche organizzata a Stanford dal National Bureau of Economic Research (NBER), il principale ente americano nell’ambito della ricerca economica.

Related Articles

Article
"Gli investitori dovrebbero guardare maggiormente alle imprese non quotate"

Massimiliano Bonacchi, docente di Accounting alla Facoltà di Economia, assieme ai colleghi Antonio Marra (Università Bocconi) e Paul Zarowin (Stern, New York University), ha esaminato i bilanci di oltre 400.000 imprese europee. Cos’hanno scoperto? Che i bilanci delle imprese non quotate, contrariamente al luogo comune che le vuole opache, sono più trasparenti e meritevoli di fiducia da parte degli investitori rispetto ad altre tipologie di aziende.

Interview
Trans-planetary Visionist

Imagine a world with a global consciousness, where mobility of ideas, information and people have launched humanity into a new ideological paradigm based on redistributed social justice. Sounds like a nice place to be, and that’s exactly the type of ‘global imaginary’ that Manfred B. Steger, Professor of Global and Transnational Sociology at the University of Hawaii-Mānoa, thinks we can achieve. The celebrated author of “Globalism: A Very Short Introduction” was at Eurac Research in May to talk about alternative global paradigms and the rise of the populist Right.

Article
Riforma del credito cooperativo. unibz avvia una ricerca

Nei prossimi tre anni, un progetto di ricerca della Facoltà di Economia (responsabile, il ricercatore Peter Agstner) studierà gli effetti della riforma sulle casse rurali dell’Alto Adige.

Interview
Achtung auf die Emotionen!

In die EU-Geldpolitik soll wieder Normalität einziehen: Das Anleihekaufprogramm der EZB läuft demnächst aus, und die Zinsen werden steigen. Was bedeutet das für Europa und Italien? Der Verhaltensökonom Martin Kocher über Leidensdruck als Voraussetzung für Reformen, kostspielige Politikerstatements und wirtschaftswissenschaftliche Forschung, die zu besseren Entscheidungen führt.