Quattro ricercatori e ricercatrici della Facoltà della Libera Università di Bolzano a Bressanone sono stati premiati dalla S.I.PED. la Società Italia di Pedagogia per i loro contributi scientifici nel triennio 2017-2020. “La ricerca costituisce la base di ogni didattica innovativa. Questo riconoscimento ai nostri docenti e ricercatori è una buona notizia anche per chi frequenta i corsi di laurea in Scienze della Formazione primaria perché può accedere a una formazione che si rinnova costantemente, adattandosi alle nuove sfide”, afferma il preside, prof. Paul Videsott.

Recentemente la società italiana di Pedagogia ha assegnato i riconoscimenti per l’annuale Premio Italiano di Pedagogia (alla IX Edizione). La giuria del Premio SIPED, composta dai professori ordinari che fanno parte del Consiglio Direttivo SIPED (proff. Giuseppe Elia, Massimiliano Fiorucci, Pierluigi Malavasi, Loredana Perla, Maria Tomarchio) e dalla precedente presidente (prof.ssa Simonetta Polenghi), ha assegnato per l’anno 2021, 25 premi di cui quattro sono stati conferiti a ricercatori e ricercatrici della Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università Bolzano.

Il premio, che promuove “lo sviluppo degli studi e delle ricerche nell’ambito delle discipline pedagogiche”, è riservato alle monografie pubblicate nel triennio precedente a ciascun bando annuale, per ciascuno dei quattro settori scientifico disciplinari di ambito pedagogico: Pedagogia generale e sociale, Storia della pedagogia, Didattica e pedagogia speciale e Pedagogia sperimentale. I criteri che hanno guidato la valutazione della giuria sono stati l’originalità̀ del prodotto scientifico, il rigore metodologico, l’esaustività̀ della ricerca e l’adeguatezza scientifica dell’apparato critico-bibliografico.

I ricercatori e le ricercatrici di unibz premiate per le monografie nel settore Pedagogia generale e sociale sono Monica Parricchi con Vivere il mondo. Sentieri di educazione alla cittadinanza, dalla partecipazione all’educazione economica (FrancoAngeli 2019) e Michele Cagol con Emozioni, ragione, etica in educazione. Per una pedagogia dei comportamenti complessi (FrancoAngeli 2020). Nel settore di Storia della pedagogia, premiata Maria Teresa Trisciuzzi per il volume Ritratti di famiglia. Immagini e rappresentazioni nella storia della letteratura per l’infanzia (ETS 2018). Infine, nel settore Pedagogia sperimentale, Daniele Morselli con The Change Laboratory for Teacher Training in Entrepreneurship Education: A new Skills Agenda for Europe (Springer 2019).

“Questi quattro premi, per i quali mi congratulo con i vincitori, fanno ben sperare anche per la prossima VQR, imminente e importante valutazione della qualità della ricerca della nostra Facoltà”, conclude il preside Videsott.

Related Articles

Article
Landwirtschaft: Ein Report analysiert die wichtigsten Komponenten für eine nachhaltige Entwicklung

Umwelt, Wirtschaft, Soziales: Erstmals versucht ein Forschungsteam eine Standortbestimmung für die Nachhaltigkeit der Südtiroler Landwirtschaft.

Article
Neuerscheinung bei bu.press: „Vom Heim in die Selbständigkeit“

Von gesellschaftlichen Stigmen, dem Druck, früh auf sich allein gestellt zu sein und dem steinigen Weg in die Selbständigkeit: Andrea Nagy, Soziologin an der Fakultät für Bildungswissenschaften, hat im Universitätsverlag bu.press „Vom Heim in die Selbständigkeit – Perspektiven jugendlicher Care-Leaver auf den Übergang“ veröffentlicht. Ein Einblick in die Lebenswelt von ‚Heimkindern‘ mit Blick auf deren Übergang in die Erwachsenenwelt.

Interview
Showtime for South Tyrol's Autonomy

Celebrating a year of the Autonomy Experience. An interview with Center Director, Marc Röggla.

Article
Aus Mikroplastik wird hochwertiger Dämmstoff

Ein Schaumstoff zur akustischen und thermischen Dämmung von Gebäuden, der aus Mikroplastik im Meer gewonnen werden kann: Mit dieser Innovation will der Forscher Marco Caniato von der Fakultät für Naturwissenschaften und Technik einen konkreten Beitrag zur Reduzierung des Plastikmülls in unseren Ozeanen leisten. Das Verfahren beruht auf einem Biopolymer, das aus der Verarbeitung von Rotalgen gewonnen wird.